Amazon, customer care indecente

Oggi ho deciso di parlare di Amazon e dell’indecenza del servizio di customer care che offre. E’ il 29 febbraio quando decido che è arrivato il momento di far passare il mio account su Amazon da personale ad aziendale. Inserisco la partita iva e ottengo questo messaggio:

“Ti informiamo che, dopo aver effettuato la registrazione del tuo numero di partita di IVA, sono necessari da 1 a 4 giorni lavorativi affinchè questo sia attivo per effettuare acquisti.”

Passano poche ore ed arriva un nuovo messaggio.

“Gentile Cliente, Ti contattiamo per informarti che il tuo numero di partita IVA ITXXXXXXXXXX è ora attivo sul tuo account. Da questo momento il tuo account verrà considerato “Aziendale” e per tutti gli articoli venduti e spediti da Amazon sarà emessa una fattura elettronica che è possibile scaricare o stampare dal tuo account.”

Mi sembra chiaro, forse fin troppo. E così il 2 Marzo effettuo diversi acquisti … per complessivi 362,25 €.

ordine Amazon
ordine Amazon

Subito dopo aver pagato con la carta aziendale vado a scaricare le fatture e mi accorgo che invece di essere intestate a nome dell’azienda, sono intestate a me come privato.

Inizia il calvario.

Chiamo ripetutamente l’800628805 e l’operatore di turno (che varia ad ogni chiamata) ha sempre la medesima risposta. Mi viene mandato via email questa email precompilata.

In seguito alla nostra piacevole conversazione telefonica ti informo che, al fine di ricevere assistenza in merito al tuo quesito, potrai contattare direttamente il nostro dipartimento fatturazione. Ti sarà sufficiente cliccare sul seguente link selezionando “Iva e fatturazione” dal menù a tendina: https://www.amazon.it/contatta_vat Ti informo che il dipartimento fatturazione risponderà alla richiesta entro 3 giorni lavorativi.

L’unica cosa che ottengono sono valangate di email precompilate. Di tutte le fatture emesse, una sola è stata corretta … le altre sono tutte ancora intestate alla persona fisica.

Soluzioni in vista ? L’unica è raccontare la verità e lasciare che le persone siano coscienti dei disservizi anche delle grandi aziende.

Alessandro Folghera

 

Comments are closed.